rilievi mappature prospetti fotogrammetria drone

RILIEVI E MAPPATURE
con DRONE

I vantaggi della fotogrammetria e rilievo con drone...

aumento produttività fotogrammetria

Aumento Produttività

rilievo sul campo corto

Tempo sul campo e rilevamento ridotti

risultati accurati mappatura

Risultati
Accurati

integrazione cad bim programmi

Integrazione
CAD e BIM

dati aggiornati cloud rilievo 3d

Dati Aggiornati
in Cloud

Meno Rischi
Operativi

SETTORI DI IMPIEGO

rilievi architettonici edilizia prospetti facciata immobili stabili
gru.png

EDILIZIA

rilievi topografici mappatura 3d 2d topografia
teodolite.png

GIS

rilievo ponte viadotto autostrade raccordi
ponte.png

INFRASTRUTTURE

rilievi mappature digitalizzazione reverse engeneering revamping impianti industriali

INDUSTRIA

rilievi cava miniera industria mineraria estrattiva calcolo volumi riporti
digger.png

ESTRAZIONE

ispezioni stato di fatto impianti fotovoltaici eolici turbine

ENERGIA

Perchè scegliere noi

  • Lavoriamo con UAV (Droni) dal 2014 utilizzando termocamere di ultima generazione;

  • Rilievo da terra anche con termocamera palmare;

  • Forniamo un preventivo chiaro e preciso sui metodi di intervento e report fornito;

  • Matrice 300 RTK con correzione rete Hexagon Leica Geosystem;

  • Competenza, professionalità e velocità nell'esecuzione del rilievo;

  • Restituzione con accuratezza sino 1 cm + 1 ppm (orizzontale) 1,5 cm + 1 ppm (verticale) con volo in RTK;

  • Personale certificato Pix4D per elaborazione e restituzione;

  • Lidar DJI L1 per rilievi complessi e di grandi superfici con vegetazione con una precisione elevata verticale 5 cm /
    orizzontale 10 cm a 100m altezza di volo, a 50m si ottiene una previsione di 3/5cm

  • Utilizziamo antenne GNSS con accuratezza che varia da 1 a 2 cm con rilievo d'appoggio di tipo topografico

  • Piloti con attestato Enac area critica

  • Droni certificati ENAC per scenari standard STS-01 e STS-02 conforme al regolamento Europeo "SPECIFIC";

  • UAV certificati Enac e assicurati sino a 3.000.000 euro:

aprflytech operatore termografico 2 livello certificato iso 9712

COSA UTILIZZIAMO

PAYLOAD-M300_APRFLYTECH.jpg

DJI Matrice 300 RTK

Ultimo drone nato in casa DJI, produttrice leader mondiale nel settore per aziende, le principali caratteristiche sono:

  • Autonomia in volo fino a 1H;

  • Peso al decollo in base ai PayLoad installati max 9kg;

  • Camera dedicata al volo per il pilota;

  • Possibilità di installare diversi PayLoad in contemporanea;

  • Sistema anticollisione di ostacoli a 360°;

  • RTH Ritorno al punto di decollo automatico;

  • Stistema ADS-B per identificare ed avvisare della presenza di altri aeromobili;

  • Luci di navigazione e posizione diurne e notturne stroboscopiche visibili sino a 3km;

  • Possibilità di doppio operatore, Pilota e Operatore di payLoad;

Tutto questo riassume il mezzo aereo a pilotaggio remoto più affidabile e versatile mai stato prodotto fino ad oggi per ispezioni e rilievi ad alta complessità.

DJI P1 Camera Full Frame

Ultima fotocamera Full Frame nata in casa DJI, le principali caratteristiche sono:

  • Sensore full-frame da 45 MP;

  • Dimensione pixel da 4,4 μm;

  • Grazie al sensore full-frame, ad alta sensibilità a basso rumore che può scattare una foto ogni 0,7 s durante il volo e coprire 3 km2 in un singolo volo

  • TimeSync 2.0 allinea la fotocamera, il controller di volo, il modulo RTK e il gimbal a livello di microsecondi;

  • Ottica 35 e 24mm con precisione senza GCP 3 cm in orizzontale  5 cm in verticale;

  • Dimensione del pixel (GSD) varia da 0,8cm a 1,5cm;

Zenmuse P1.png
DJI-ZEN-P1_3_Supersize_edited.jpg

Test sul campo

Per verificare le prestazioni di Zenmuse P1 e M300 RTK sono stati eseguiti dai nostri tecnici diversi test di volo impiegando un ottica con lunghezza focale pari a 35mm.

Per confrontare i parametri di accuratezza impiegando il sistema RTK e PPK sono stati posizionati a terra dei marker a cui è stata rilevata la posizione tramite un ricevitore GNSS collegato ad una rete di correzione SmartNet Hexagon. I punti a terra ottenuti vengono detti Punti di Controllo o GCP (Ground Control Point).

TEST

RTK

Visualizza il report

  • Drone: DJI Matrice 300 RTK

  • Camera: Zenmuse P1 - 35mm

  • Parametri interni immagini: attivi

  • Punti a terra: 15 solo di verifica

  • Numero Immagini: 224

  • Altitudine media di Volo: 103m

  • Risoluzione media (GSD): 1,21cm/pix

  • Errore XY (RMSE): 1.35 cm

  • Errore Z (RMSE): 6.70 cm

  • Errore medio (RMSE): 6.83 cm

GCP

Visualizza il report

  • Drone: DJI Matrice 300 RTK

  • Camera: Zenmuse P1 - 35mm

  • Parametri interni immagini: disattivati

  • Punti a terra: 11 controllo 4 verifica

  • Numero Immagini: 224

  • Altitudine media di Volo: 103m

  • Risoluzione media (GSD): 1,21cm/pix

  • Errore XY (RMSE): 1.30 cm

  • Errore Z (RMSE): 1.02 cm

  • Errore medio (RMSE): 1.65 cm

PPK

Visualizza il report

  • Drone: DJI Matrice 300 RTK

  • Camera: Zenmuse P1 - 35mm

  • Parametri interni immagini: attivi

  • Punti a terra: 15 solo di verifica

  • Numero Immagini: 224

  • Altitudine media di Volo: 103m

  • Risoluzione media (GSD): 1,26cm/pix

  • Errore XY (RMSE): 1.43 cm

  • Errore Z (RMSE): 1.12 cm

  • Errore medio (RMSE): 1.82 cm

Conclusioni

Dai test effettuati si deduce quindi che il sistema DJI M300 abbinato a DJI Zenmuse P1 con correzione RTK restituisce risultati con un' accuratezza (RMSE) di circa 1,5 cm in orizzontale e di circa 5/7cm in verticale.
Un eccellente risultato per un sistema RTK che permette di raggiungere risultati al pari del rilievo con solo GCP, aggiungendo solamente pochi (3/5) marker a terra di riferimento per rettificare i risultati.

Per raggiungere livelli di accuratezza ancora più elevati e senza l'impiego di GCP, si può utilizzare con M300 RTK, il metodo di Post Processing Kinematic detto PPK. 

Utilizzando il metodo PPK è possibile aumentare l'accuratezza (RMSE) verticale sino a 1,12cm senza l'apposizione di alcun marker a terra se no per verifica dell'errore.

Un risultato assolutamente straordinario per il sistema DJI M300 RTK.

DJI L1 Lidar

Il Zenmuse L1 include un modulo Livox Lidar, un'IMU ad alta precisione e una fotocamera con un sensore CMOS da 1" su un gimbal stabilizzato a 3 assi.

Modulo Livox Lidar

  • Inquadratura Lidar con risultati di nuvole di punti efficaci fino al 100%

  • Gamma di rilevamento: 450 m (80% di riflessione, 0 klx) / 190 m (10% di riflessione, 100 klx)

  • Tasso di punti effettivo: 240.000 punti/s

  • Supporta 3 ritorni di scansione 

  • Schema di scansione non ripetitivo o Schema di scansione ripetitivo

  • Sensore da 1", 20MP, Otturatore meccanico

DJI-L1.jpg

Efficienza straordinaria

Genera modelli di nuvole di punti con colori reali o acquisisci 2 km2 di dati in nuvole di punti in un singolo volo  grazie al modulo Lidar con frame Livox, FOV di 70° FOV e una fotocamera leggera visibile con sensore da 1".

L1-1.jpg

Precisione senza precedenti

Rende ricostruzioni accurate al centimetro grazie all'IMU ad alta precisione, un sensore di visione per la precisione del posizionamento e l'incorporazione dei dati GNSS.

L1-2.jpg

Sfide nell'ingegneria dell'architettura

La mancanza di dati precisi sulla posizione rende difficile l'allineamento di progetti BIM, mappe vettoriali stradali e immagini satellitari, con costi di tempo e manodopera.

 

I progetti 2D non sono in grado di illustrare le informazioni spaziali necessarie per visualizzare completamente il progetto.

 

I progetti BIM possono essere molto diversi dal modello della realtà, rendendo difficile la visualizzazione e la verifica del progetto.

Mappatura.jpg

In che modo i droni potenziano l'ingegneria dell'architettura

Crea modelli 3D con dati di posizionamento accurati che possono essere facilmente inseriti nei modelli BIM per visualizzare i progetti.

 

I progetti possono essere ottimizzati utilizzando modelli 3D creati da droni compatibili con una varietà di software GIS.

Modello-con-L1.jpg

I RISULTATI