Stop agli scarichi di rifiuti nei nostri boschi!

Verranno usati per vigilare sugli scarichi di rifiuti e leggere le targhe degli abusivi.

Si sono già  “armati” i comuni di Busto Arsizio, Legnano e Castellanza, così leggiamo infatti sulla Prealpina del 7-6-2016:

Vanno al Parco Altomilanese e… smaltiscono i rifiuti gettandoli nei boschi. Una piaga insanabile da troppo tempo, contro la quale sono stati attivati niente meno che i droni: vengono fatti sorvolare sul polmone verde per monitorare le aree più tartassate (da quelle sterrate a quelle più nascoste), così da filmare chi entra nel parco con auto e furgoni; è quindi possibile visionare i numeri di targa, con cui risalire (fornendoli alle forze dell’ordine) al proprietario del veicolo e agire di conseguenza.
E’ un metodo molto innovativo, che sta già dando buoni frutti – rimarca il presidente dell’Ente Parco Angelo Soragni – Grazie ai droni contiamo di ridurre questo problema, che crea conseguenze sul fronte del decoro e dei danni ambientali. La speranza è che tali congegni scoraggino gli scaricatori. … L’obiettivo è tuttavia appaltare il recupero a un’impresa specializzata, pur restando intesa la prevenzione e l’attività punitiva attraverso i droni. … L’esigenza è far fronte a criticità straordinarie, come atti vandalici alle strutture, e alla prevenzione di possibili situazioni di disturbo e disagio nei confronti dei fruitori del parco.

STOP A SCEMPI DI QUESTO GENERE!

Droni-contro-abusi-2

DA OGGI

Droni-contro-abusi-3