Servirà a monitorare dall’alto il territorio per prevenire
emergenze ambientali, abusi edilizi, ecc…

Il comune di Rho, in provincia di Milano, viste le potenzialità dei droni, utilizzati da Aprflytech anche in occasione di EXPO, ha acquistato da noi un Phantom 4, affidando così anche alle più recenti tecnologie l’ispezione del loro territorio comunale.

Presentazione-Phantom-Aprflytech

Alla conferenza stampa di presentazione erano presenti per il comune di Rho, da sinistra, Serena Fincato, Alessandro Manfredi,
Daniele Forcillo, il Sindaco Pietro Romano, l’Assessore Saverio Viscomi, Andrea Colombini e Andrea Strepparola.

Il SAPR (Sistema Aeromobile a Pilotaggio Remoto) munito di videocamera verrà impiegato per visionare il territorio comunale in situazioni di emergenza e di post emergenza (in caso di alluvioni, incidenti industriali, incendi, ecc…), per riprendere in modo ottimale la viabilità in caso di situazioni critiche o gravi incidenti stradali, monitorare lo stato dei corsi d’acqua, dare supporto all’ispezione dei ponti e delle loro parti difficilmente accessibili, per il controllo dello stato di manutenzione degli edifici comunali, soprattutto la copertura dei tetti, gronde e pannelli solari.

ComuneRho-2

Il Phantom 4 realizzato da Aprflytech per il Comune di Rho

Nel comunicato del comune si legge infatti “La tecnologia del drone permette di monitorare il territorio in sicurezza attraverso riprese aeree di alta qualità. I velivoli a pilotaggio remoto possono essere utilizzati, ad esempio, per i controlli contro l’abusivismo edilizio, negli accertamenti per gli incidenti stradali e per la sorveglianza del territorio e dell’ambiente oltre che nei controlli degli edifici”.

L’Assessore a polizia locale, sicurezza, protezione civile Saverio Viscomi commenta: “E’ noto a tutti quanto sia necessario il controllo del territorio della città. L’Amministrazione Comunale ha ben presente tutte le problematiche inerenti, come per esempio monitorare i fiumi che lo attraversano, perché non tutte le sponde sono facilmente raggiungibili, visionare la struttura dei ponti, ispezionare le coperture degli edifici comunali, nonché prestare maggiore attenzione che l’uso del territorio non sia adibito a situazioni d’insicurezza: ricordo, per esempio, il Parco dei Fontanili che a mio avviso merita di essere monitorato. Per tutto ciò ci può essere di grande aiuto la nuova tecnologia. Il drone è un mezzo idoneo a restituire concretamente, quanto avviene nella zona che ispeziona. Sono contento che prima di ultimare il mandato siamo riusciti a dotare il Comune di un ulteriore strumento per la sicurezza”.

 

ComuneRho-3

Particolare del paracadute installato sul Phantom 4

ComuneRho-4

Il bracciale di comando per il terminatore di volo installato a bordo del drone